Quesito

Caro Padre Angelo,
mi chiamo Giuseppe, sono sposato  con Lucia.
Siamo nel “Cammino Neocatecumenale” da 12 anni siamo catechisti ed abbiamo evangelizzato portando la BUONA NOTIZIA in un paesino della Sardegna vicino a Cagliari. Da questa evangelizzazione è nata una comunità in cammino formata da una trentina di fratelli.
Abbiamo tre figli adottati,…
La cosa che oggi mi preoccupa fortemente, come non mai, nel mio percorso spirituale è che i dubbi, che da sempre ho, stanno prendendo uno spessore via via maggiore.
Credo in Dio e in suo figlio Gesù Cristo e nello Spirito Santo che ha stravolto i miei programmi, le mie aspirazioni, i miei desideri mondani le mie certezze. Da qualche giorno sto meditando su delle risposte date da cristiani evangelici.
Ecco le domande alle quali ha risposto il fratello evangelico e, alle quali, vorrei che anche tu rispondessi per fare chiarezza in questo mio buio spirituale…
Perdonami se, con questi miei dubbi, ti appaio superficiale e forse banale, ma ho bisogno di conforto e di discernimento che in questo momento non ho. LA PACE di Cristo Risorto sia con te.
Giuseppe


Risposta del sacerdote

Caro Giuseppe,
per i nostri visitatori presento le tue domande e subito vi aggiungo la mia risposta.

domanda: Perché noi cattolici “dobbiamo” venerare le immagini e pregare i santi?
Risposta:
Perché la Bibbia, la Tradizione e la consuetudine della Chiesa inducono a farlo. Gesù non è forse l’immagine del Dio invisibile?

domanda: Da dove nascono le differenze fra gli evangelici ed i cattolici?
Risposta:
Per gli evangelici Dio ha parlato solo attraverso la Scrittura.
Per i cattolici e gli ortodossi Dio ha parlato prima attraverso la Tradizione e poi qualcosa della Tradizione è stato messo per scritto.
In ogni caso la Scrittura va interpretata secondo la Tradizione.

domanda: Qual è la differenza più importante fra cristiani evangelici e cattolici?
Risposta:
Per i cattolici (e gli ortodossi) la Divina Rivelazione si trova nella Sacra Scrittura e nella Sacra Tradizione. Per gli evangelici (come in genere per i protestanti) la Divina Rivelazione si trova solo nella Scrittura, interpretata secondo il libero esame (che come puoi capire, non è infallibile).

domanda: Perché gli evangelici non hanno la messa come i cattolici?
Risposta:
Perché i loro pastori non godono dei poteri divini trasmessi attraverso la successione apostolica. In altri termini: per convertire il pane e il vino nel corpo e nel sangue del Signore, è necessario avere il potere divino di Cristo. Questo suo potere Cristo l’ha trasmesso alla Chiesa e questa lo trasmette, attraverso una catena ininterrotta, ai suoi ministri. Così avviene anche nella Chiesa ortodossa.

domanda: Come mai i preti cattolici non si possono sposare?
Risposta:
Solo i preti della Chiesa cattolica latina devono essere celibi, quelli della Chiesa cattolica orientale possono essere anche sposati.
Il celibato dei sacerdoti non deriva dal dogma, ma dalla disciplina della Chiesa, la quale vi trova molte convenienze dottrinali e pastorali. Tra queste, la maggiore è la conformità a Cristo, il quale è lo Sposo per eccellenza e nello stesso tempo è totalmente consacrato al Padre e alle necessità di tutti i fratelli.

domanda: Perché il culto di Maria?
Risposta:
Perché la Sacra Scrittura venera Maria. Un esempio lampante: Elisabetta, mossa dallo Spirito santo, dice a Maria: “a che debbo che la Madre del mio Signore venga a me?” E poi soggiunge: “E Beata Colei che ha creduto nell’adempimento delle parole del Signore”. Maria stessa, nel Magnificat, dirà: “Tutte le generazioni mi chiameranno Beata”. Inoltre Cristo ha affidato Maria a Giovanni e Giovanni alla Madre. Che cosa significa tutto questo?

domanda: Perché dovremmo credere nell’esistenza del purgatorio?
Risposta:
Perché la Sacra Scrittura dice dell’eroe giudaico: se non avesse avuto ferma fiducia che i caduti sarebbero risuscitati, sarebbe stato superfluo e vano pregare per i morti. Perciò fece offrire il sacrificio espiatorio per i morti, perché fossero assolti dal peccato» (2 Mac 12,44-45).” (2 Mac 12,44). Inoltre dice che alcuni si salveranno ma come attraverso il fuoco (1Cor 3,15; 1Pt 1,7), e cioè attraverso una purificazione.
E infine perché nella Gerusalemme celeste non entra nulla d’impuro (Ap cap.21).

domanda: Su chi è fondata la Chiesa?
Risposta:
Mi viene da dire: sei neocatecumenale e non sai queste cose? Cosa leggi in Matteo 16,17-19? “E Gesù: «Beato te, Simone figlio di Giona, perché né la carne né il sangue te l’hanno rivelato, ma il Padre mio che sta nei cieli. E io ti dico: Tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia chiesa e le porte degli inferi non prevarranno contro di essa. A te darò le chiavi del regno dei cieli, e tutto ciò che legherai sulla terra sarà legato nei cieli, e tutto ciò che scioglierai sulla terra sarà sciolto nei cieli».
Va ricordato che Cristo, incontrando Simone, gli disse: «Tu sei Simone, il figlio di Giovanni; ti chiamerai Cefa (che vuol dire Pietro)» (Gv 1,42).

domanda: A chi dobbiamo confessarci e perché?
Risposta:
In Gv 20,23 leggi queste parole: “a chi rimetterete i peccati saranno rimessi e a chi non li rimetterete, resteranno non rimessi”. Come le ha capite e le ha vissute la Chiesa (compresa quella ortodossa) da sempre?

Ricambio a te la pace del Signore risorto.
Ti saluto e ti benedico.
Padre Angelo