Questo articolo è disponibile in: Italiano

sacerdote († 1484)

Damiano figlio di Antonio Furchieri, nato a Finale in Liguria, entrò da giovane nell’Ordine a Genova. Visse in conventi riformati come a Bologna e San Marco a Firenze (ove ebbe sant’Antonino come priore e vicario generale). Riversò poi sulle popolazioni della Liguria, Lombardia, Emilia, i tesori di santità e dottrina accumulati nella fedele osservanza della Regola. Priore del convento di San Domenico a Venezia (1458) e di Finale (1470), si attirò universale stima.

È ricordato quale uomo affabile con tutti e predicatore zelante per l’onore di Dio. Fu religioso di grande virtù, dottrina e carità. Come predicatore percosse gran parte dell’Italia settentrionale; ne fanno fede alcuni suoi scritti.

In età avanzata si ritirò nel convento di Reggio Emilia, ove morì nel 1484. Il suo corpo si conserva nella chiesa di San Domenico di in quella città.

Il 4 agosto 1848 Pio IX confermò il culto, stabilendone la memoria annuale al 26 ottobre.

ORAZIONE

Tu hai voluto, o Dio, che il beato Damiano si dedicasse allo studio della Scrittura per diventare uno zelante apostolo del tuo Regno; concedi benevolmente ai predicatori di essere docili al tuo Spirito per arricchire con la parola e l’esempio la tua Chiesa.

Questo articolo è disponibile in: Italiano