Sei in: Home page => Spiritualità domenicana => Approfondimenti => Scritti di santi domenicani => Mio Dio non dimenticarti di me (San Tommaso d’Aquino)

Spiritualità domenicana

Mio Dio non dimenticarti di me (San Tommaso d’Aquino)

Mio Dio, non dimenticarti di me, quando io mi dimentico di te.
Non abbandonarmi, Signore, quando io ti abbandono. Non allontanarti da me, quando io mi allontano da te. Chiamami se ti fuggo, attirarmi se resisto, rialzami se cado.
Donami, o Dio, un cuore vigile che nessun vano pensiero porti lontano da te; un cuore retto che nessuna intenzione perversa possa sviare; un cuore fermo che resista con coraggio a ogni avversità; un cuore libero che nessuna torbida passione possa vincere.
Concedimi, ti prego, una volontà che ti cerchi, una sapienza che ti trovi, una vita che ti piaccia, una perseveranza che ti attenda con fiducia e una fiducia che alla fine giunga a possederti.
Concedimi, o Dio misericordioso, di desiderare con ardore ciò che tu approvi, di ricercarlo con prudenza, di riconoscerlo secondo verità, di compierlo in modo perfetto, a lode e gloria del tuo nome.
Metti ordine nella mia vita, fammi conoscere ciò che vuoi che io faccia, concedimi di compierlo come si deve e come è utile alla salvezza della mia anima.
Che io cammini verso di te, Signore, seguendo una strada sicura, dritta, praticabile e capace di condurre alla meta; una strada che non si smarrisca fra il benessere o fra le difficoltà.
Che io ti renda grazie quando le cose vanno bene, e nelle avversità conservi la pazienza, senza esaltarmi nella prosperità e senza abbattermi nei momenti più duri.
Che io mi stanchi di ogni gioia in cui tu non sei presente, che non desideri nulla all’infuori di te.
Ogni lavoro da compiere per te mi sia gradito, Signore, e insopportabile senza di te ogni riposo.
Donami di rivolgere spesso il mio cuore a te, e quando cedo alla debolezza, fa’ che riconosca la mia colpa con dolore, e col fermo proposito di correggermi.
Signore, mio Dio, donami un cuore vigile, che nessun pensiero curioso trascini lontano da te; un cuore nobile che nessuno indegno attaccamento degradi; un cuore retto che nessuna intenzione equivoca possa sviare; un cuore fermo che resista ad ogni avversità; un cuore libero che nessuna passione violenta possa soggiogare.
Concedimi, Signore mio Dio, un’intelligenza che ti conosca, uno zelo che ti cerchi, una sapienza che ti trovi, una vita che ti piaccia, una perseveranza che ti attenda con fiducia, e una fiducia che alla fine arrivi a possederti. Amen


Pubblicato 09.03.2017

La pagina è stata letta 1440 volte