Sei in: Home page => Un sacerdote risponde => Varie => Generale => Chiedo quale sia la distinzione tra beato e santo, e tra padre e dottore della Chiesa

Un sacerdote risponde

Chiedo quale sia la distinzione tra beato e santo, e tra padre e dottore della Chiesa

Quesito

Caro Padre Angelo,
mi potrebbe chiarire i diversi gradi o stadi di santita’? Servo di Dio, Venerabile,
Beato, Santo… Cosa significa ciascun titolo e in che modo viene attribuito?
E inoltre, qual’è la differenza tra Padri della Chiesa (che immagino siano un numero chiuso di persone, vissute nei primi tre o quattro secoli) e Dottori della Chiesa (titolo che potrebbe essere attribuito anche a personaggi dei nostri tempi)? E infine, quale rapporto c’e’ tra le due categorie? (Ritengo ad esempio che sia possibile essere Padre della Chiesa senza essere Santo).
Senza alcuna urgenza, una chiarificazione da parte Sua mi sarebbe molto gradita.
La ringrazio, ricordandola a Maria SS. nella preghiera.
Armando


Risposta del sacerdote

Caro Armando,
1. nel proclamare santa qualche persona, la Chiesa procede per gradi.
Inizialmente introduce il processo di beatificazione. E a questo punto uno viene chiamato servo di Dio.
Poi si fa il processo per verificare se ha esercitato le virtù al grado eroico. Quando queste vengono riconosciute dalla Chiesa, allora questa persona viene chiamata venerabile.
La chiesa poi chiede a Dio di confermare con un segno la santità della persona di cui ha riconosciuto il grado eroico delle virtù. Quando anche il miracolo c’è ed è riconosciuto dalla Chiesa, allora si procede alla beatificazione.
Per giungere a proclamare santo un beato, la Chiesa chiede a Dio di confermare il tutto con un nuovo miracolo. E allora di procede alla canonizzazione, e cioè a dichiaralo santo.

2. Padri della Chiesa sono persone insigni per tre caratteristiche: antichità, santità, dottrina.
In Occidente finiscono con Isidoro di Siviglia († 636), in Oriente con S. Giovanni Damasceno († 749).
I dottori della Chiesa invece sono uomini e donne di qualsiasi tempo, esimi per santità e dottrina. Quando la Chiesa li proclama tali, in qualche modo ne fa propria la loro dottrina.
Per un millennio e mezzo il loro numero rimase fisso: quattro per la Chiesa occidentale (Ambrogio, Agostino, Girolamo e Gregorio Magno), e quattro per la Chiesa orientale (Atanasio, Basilio, Gregorio Nazianzeno e Giovanni Crisostomo).
S. Pio V nel 1567 aggiunse S. Tommaso, proclamandolo quinto Dottore della Chiesa. In seguito se ne aggiunsero molti altri.
Come vedi, alcuni Padri della Chiesa sono anche dottori, ma non tutti i dottori sono Padri (manca l’antichità).

Ti ringrazio di raccomandarmi a Maria Santissima. Continua a farlo.
Contraccambio il ricordo nella preghiera e ti benedico.
Padre Angelo


Pubblicato 15.06.2007

La pagina č stata letta 7188 volte