Sei in: Home page => Un sacerdote risponde => Sacra Scrittura => Generale => Cosa voleva dire Gesù con le parole: "Guai a voi dottori delle legge, avete tolto le chiavi della scienza..."?

Un sacerdote risponde

Cosa voleva dire Gesù con le parole: "Guai a voi dottori delle legge, avete tolto le chiavi della scienza..."?

Quesito

Salve,
sono Giovanni.
Cosa voleva dire Gesù con le parole: -Guai a voi dottori delle legge, avete tolto le chiavi della scienza.......-?
Con stima.
Giovanni


Risposta del sacerdote

Caro Giovanni,
1. le parole di Gesù che tu hai riportato si trovano nel Vangelo di Luca, capitolo 11,52, nel quale si legge: “Guai a voi, dottori della legge, che avete tolto la chiave della scienza. Voi non siete entrati, e a quelli che volevano entrare l'avete impedito”.

2. Per “chiave della scienza” s’intende l’intelligenza della Sacra Scrittura.
Ora la Sacra Scrittura di cui è dottori erano considerati maestri aveva e ha lo scopo di condurre gli uomini a Cristo.
Attraverso le opere compiute da Cristo, leggendo Mosè e i profeti, i dottori avrebbero dovuto portare il popolo alla conoscenza di Gesù a motivo dell’adempimento delle profezie. Avrebbero dovuto portare a dire: “Cristo è l’Emmanuele, il Dio con noi, perché solo Dio può compiere quello che fa Gesù”.

3. Ma i Farisei e gli Scribi con le loro false interpretazioni avevano stravolto il senso della legge.
L’osservanza della legge era diventata fine a se stessa. L’uomo puro era colui che osservava tutte le leggi esteriori, come le abluzioni fino al gomito tornando dal mercato e altre cose simili.
In una parola: avevano perso l’orientamento della Legge, il suo scopo, il suo significato, che era quello di aprire gli uomini ad accogliere il Puro, il Santo, Gesù.

4. Accecati dalla loro malizia, essi non andavano a Cristo, non volevano intendere ciò che di lui era scritto.
E non solo essi non vi andarono, ma screditando la dottrina e i miracoli di Gesù impedivano anche agli altri di andarvi.
Così hanno sottratto la chiave della conoscenza non permettendo agli uomini di andare a Cristo.

5. Il prosieguo del Vangelo conferma queste parole del Signore nei loro confronti. Infatti “quando fu uscito di là, gli scribi e i farisei cominciarono a trattarlo ostilmente e a farlo parlare su molti argomenti, tendendogli insidie, per sorprenderlo in qualche parola uscita dalla sua stessa bocca” (Lc 11,53-54).
Altro che portare a Cristo! Facevano di tutto per allontanare dal Signore.
Per questo Gesù dice di loro: “Lasciateli! Sono ciechi e guide di ciechi. E quando un cieco guida un altro cieco, tutti e due cadranno in un fosso!” (Mt 15,14).

Ti auguro di non essere come loro, ma di portare tutti a conoscere e ad amare il Signore.
Per questo ti assicuro la mia preghiera e ti benedico.
Padre Angelo


Pubblicato 10.01.2017

La pagina è stata letta 1126 volte