Sei in: Home page => Un sacerdote risponde => Teologia morale => Generale => Legge naturale e legge di Dio

Un sacerdote risponde

Legge naturale e legge di Dio

Quesito

Gentile padre Angelo,
non ho ben chiara la distinzione fra Legge naturale e Legge di Dio (se di distinzione si può parlare). Cosa si intende per legge naturale? E per Legge di Dio?
Quest'ultima è riassunta nei comandamenti?
Cari saluti


Risposta del sacerdote

Carissimo,
1. per legge naturale intendiamo il disegno divino che orienta l’uomo al suo fine e che l’uomo scopre all’interno della propria coscienza.
Sotto questo aspetto e nei suoi principi generali (ad esempio: non uccidere l’innocente, onora il padre e al madre...) la legge naturale è conosciuta da tutti gli uomini.
Altri dettami (ad esempio l’indissolubilità del matrimonio) talvolta si trovano offuscati nell’intimo dell’uomo a motivo di educazione sbagliata o di cattiva condotta.
Questa legge si dice naturale perché l’uomo la può conoscere con la propria ragione e con le sue sole forze.
Essa ha per autore Dio.

2. Il concetto di legge di Dio è più ampio di quello di legge naturale.
Dio infatti attraverso la Rivelazione ha dato all’uomo altre leggi per perseguire obiettivi di ordine soprannaturale.
La prima grande legge è lo stesso Spirito Santo infuso nel cuore dell’uomo e che lo dirige a Dio.
Questa prima grande legge nuova è specificata da alcuni precetti esteriori che hanno il compito di preparare a ricevere la legge nuova o di esprimerla nella propria vita, come ad esempio: “Andate in tutto il mondo e predicate il vangelo ad ogni creatura. Chi crederà e sarà battezzato sarà salvo, ma chi non crederà sarà condannato” (Mc 16,15-16); “siate misericordiosi come è misericordioso il Padre vostro celeste”, “quando prefate dire: Padre nostro...”, “fate questo in memoria di me”...
Di questa legge è autore Dio.
Pertanto il concetto di legge naturale non è equipollente con quello di legge di Dio: perché certamente ha legge naturale ha per autore Dio, ma vi sono altre leggi, come quelle di ti ho indicato, che hanno per autore Dio, ma non appartengono ai dettami della legge naturale.

3. Possiamo dire che grosso modo la legge naturale è compendiata nei dieci comandamenti.
Tuttavia nel terzo comandamento, che di santificare le feste, abbiamo qualcosa che appartiene alla legge naturale (dedicare una porzione di tempo a saziare la propria anima di Dio, come dice San Tommaso) e qualche cosa che appartiene a una legge ulteriormente data da Dio e che precisa attraverso la rivelazione che questo tempo è il sabato (come avveniva nell’Antico Testamento) o la domenica.

Ti ringrazio del quesito, ti ricordo al Signore e ti benedico.
Padre Angelo


Pubblicato 19.03.2009

La pagina è stata letta 2494 volte